Regione Emilia-Romagna 
ASSESSORATO AGRICOLTURA, ECONOMIA ITTICA, ATTIVITA' FAUNISTICO-VENATORIE.
Indice generale
____________________________
____________________________
FALCO CUCULO Falco vespertinus
Dimensioni: 
29-31 cm; apertura alare: 60-75 cm. 
Peso medio: 
100-195 gr, circa uguale nei due sessi. 
Specie monotipica 
Distribuzione: 
Eurosibirica. In Europa nidifica principalmente nella Russia (con il 75% della popolazione continentale) e nelle regioni dell’Est (Ucraina, Romania, Ungheria); raro nell’Europa centrale e meridionale.
Caratteristiche generali 
Falco di piccole dimensioni, paragonabili a quelle del Grillaio. Il maschio è nel complesso di colorazione grigio lavagna, con parti inferiori rossicce (ventre, sottocoda e zampe); la femmina è grigia nelle parti superiori, barrata di scuro, e fulvo-rossiccia in quelle inferiori, e presenta nel capo una mascherina e i mustacchi scuri; il giovane assomiglia alla femmina, ma con colori più chiari e pesante striatura nelle parti inferiori.     
Nidifica in ambienti rurali aperti, con seminativi, utilizzando principalmente nidi abbandonati di Cornacchia o di Gazza, su alberi; si nutre in prevalenza di Insetti che cattura da appostamenti su fili elettrici o su alberi. D’indole gregaria, può formare raggruppamenti di centinaia di individui in migrazione. 
E’ specie migratrice che sverna nell’Africa meridionale.  
Status 
Nidificante estivo, migratore regolare secondo la Check-list dell’Emilia-Romagna (Bagni et al. 2003). 
Specie nidificante di recente acquisizione, la prima riproduzione è stata osservata nell’Oasi di Torrile (PR) nel 1992 (Ravasini  1995). A questa hanno fatto seguito nel Parmense altre segnalazioni di piccole colonie di consistenza inferiore a 10 coppie: 7 coppie nel 1997 e 4 nel 1998 (Sponza et al. 2002). La specie si è insediata successivamente nelle province di Modena, di Ferrara (Tinarelli 1997) e di Piacenza (Ambrogio et al. 2001). In provincia di Bologna si è avuta una nidificazione nel 1998 probabilmente ripetutasi nella stagione successiva senza che a questi casi sporadici sia seguita una colonizzazione permanente (Tinarelli et al. 2002).  
La carta riporta la presenza in 12 tavole, 11 delle quali con nidificazione accertata o probabile, con 3 aree principali: bonifiche ferraresi, bassa modenese (comune di Mirandola) e bassa parmense (comuni di Soragna-Busseto-Roccabianca); altri due siti isolati si trovano nell’interno modenese. 
La popolazione più consistente, circa 60-70 coppie, occupa attualmente la Bonifica del Mezzano nel Ferrarese ove è favorita da ampi spazi a seminativi, presenza di argini non coltivati lungo i canali di bonifica ed interventi di ripristino ambientale. Le nidificazioni avvengono principalmente lungo le siepi frangivento ove sono disponibili numerosi nidi di Gazza abbandonati che vengono occupati dalla specie (Tinarelli 2004). La popolazione regionale è stimabile intorno alle 80-100 coppie. 
In Italia al di fuori dell’Emilia-Romagna sono segnalati pochi casi di nidificazione in Veneto e Toscana (Brichetti e Fracasso 2003); la specie è considerata dalla Lista Rossa regionale (Gustin et al. 1997) rara e al limite dell’areale e la popolazione dell’Emilia-Romagna d’importanza nazionale. 
Il movimento migratorio interessa un numero variabile di individui secondo gli anni, più intenso nel periodo primaverile e generalmente scarso o nullo in autunno, stimato da alcune centinaia a diverse migliaia di individui (Chiavetta 1992) che sostano abitualmente su posatoi elevati come ad esempio elettrodotti in ambienti aperti di pianura o di collina, frequentemente presso zone umide. 
I fattori di minaccia per la specie sono attribuibili a perdita di habitat nelle bonifiche per trasformazione di colture a seminativo in altri tipi di conduzione agricola intensiva, particolarmente vivai di specie arboree. Pratiche di controllo dei Corvidi, condotte frequentemente con metodi non selettivi ed illegali come lo sparo al nido, provocano la perdita di riproduttori di questa ed altre specie di rapaci che utilizzano nidi di Gazza.
 
Falco cuculo
 
 
 
HTML Programming and Graphic by ST.E.R.N.A. P.IVA 01986420402 
© Copyright 2012 - Tutti i marchi riprodotti sono di proprietà delle rispettive aziende.