Atlante città Forlì – sintesi dei risultati

Atlante città Forlì – sintesi dei risultati2018-07-12T16:10:23+00:00

SINTESI DEI RISULTATI

Nel corso dei 3 anni della ricerca sono state registrati circa 4000 dati bruti, 2854 dei quali utili a rilevare 63 specie nidificanti nell’area studiata.

Nella tabella 1 le specie sono elencate con il numero di celle frequentate e la relativa percentuale sul totale delle 177 celle.

Tab.1 Frequenza di rilevamento delle specie

Le specie sostanzialmente ubiquitarie, con frequenza superiore al 90%, sono 8, nell’ordine: Merlo, Capinera, Storno, Passera d’Italia, Verzellino, Verdone, Tortora dal collare, Cinciallegra.

Sono 19 le specie rare, con frequenza inferiore al 5%; fra queste con 1 sola cella: Airone cenerino, Allocco, Ballerina gialla, Quaglia, Saltimpalo; con 2 celle: Tordela, Tuffetto, Lodolaio, Luì piccolo.

Dal confronto con la checklist dell’Atlante precedente, che includeva 62 specie, ne sono confermate 54. Le specie di nuovo insediamento sono 7: Airone cenerino, Colombaccio, Fiorrancino, Germano reale, Rampichino comune, Sparviere, Zigolo nero. Quelle non confermate sono 6: Averla piccola, Barbagianni, Cutrettola, Folaga, Sterpazzola, Usignolo di fiume.

Nella figura viene riportata una carta con la Ricchezza (numero complessivo delle specie presenti) per le singole celle.

Fig.1 Andamento della Ricchezza in specie per singole celle

Le celle con più alta ricchezza sono concentrate lungo l’asta dei fiumi (dove maggiore è la naturalità nel territorio), principalmente nel complesso Montone-Rabbi, secondariamente nel Ronco. Fuori dai boschi fluviali, altre zone ad alta ricchezza sono rappresentate dall’area ex zuccherificio, dai Giardini Pubblici (Parco della Resistenza), dal laghetto di Via Bengasi (Parco Harris) e da alcune zone periferiche di campagna. Fra le zone meno ricche (9-10 specie) rientrano le distese erbacee dell’aeroporto.

La tabella 2 mostra nel dettaglio la ricchezza delle celle.

Tab.2 Ricchezza delle singole celle